featured snippet cosa sono

Featured Snippet: Cosa Sono e Consigli SEO per scalare la Posizione Zero

Tra i numerosi challenges nel mondo dell’ottimizzazione web per i motori di ricerca c’è il Featured Snippet.
Entra nel gergo dei SEO e nei trend di ricerca in modo costante già nel 2016, ma diventa ufficialmente rilevante nell’annuncio di Google, a gennaio del 2018, quando viene pubblicata nel suo blog una nuova guida A reintroduction to Google’s featured snippets nuova guida.

Che cos’è un Featured Snippet?

Google definisce il Featured Snippet come un riquadro speciale, in primo piano, nei risultati di ricerca.

Tale posizione, nelle indicazioni del motore di Mountain View, è attivato quando “un utente pone una domanda in Ricerca Google“.

Il post parla esplicitamente di una connessione fra questa particolare tipologia di visualizzazione dei risultati di ricerca ad altri due topic SEO al centro del dibattito:

  1. l’ottimizzazione mobile;
  2. l’ottimizzazione per la ricerca vocale.

L’evoluzione proposta da Google va nella direzione di estrapolare contenuti esaustivi e riportarli direttamente all’interno della SERP, fornendo poi all’utente un link di approfondimento per la navigazione.

Perché sono importanti i Featured Snippet?

La posizione zero è fra le più ambite, perché si presuppone un CTR più elevato. E’ stato calcolato da una ricerca elaborata da SemRush e Moz intorno al 9%.

Questo consente di:

  1.  Risparmiare gli investimenti su PPC
    La maggior parte delle aziende investono cifre notevoli raggiungere le prime posizioni della SERP attraverso campagne Ads.
    Gli Snippet in primo piano sono un’ottima alternativa e permettono di occupare una posizione zero, prima dei risultati organici, senza costi aggiuntivi.
  2. Portare più traffico al tuo sito web
    L’utilizzo di Snippet in primo piano può portare un aumento del traffico verso il tuo sito web. Grazie al raggiungimento di questa posizione privilegiata puoi aumentare notevolmente il tuo CTR, anche se su questo punto ci sono opinioni discordanti (Ahrfs ha condotto uno studio in cui dimostra l’aumento di visite senza click).
  3. Aumentare la fiducia degli utenti verso il tuo sito web
    Un altro vantaggio di avere unO Snippet in primo piano è la fiducia. Essere selezionati per uno snippet corrisponde ad avere contenuti di qualità e quindi la fiducia di Google. Questa fiducia può essere trasferita da Google agli utenti. L’80% delle persone intervistate afferma di avere fiducia nei risultati e nelle raccomandazioni di Google relative ad un sito web.

Da dove provengono i Featured Snippet?

Tale update nella ricerca, si innesta nel più ampio filone del Knowledge Graph, ovvero una strutturazione semantica che è stata battezzata, fin dal 2012 “from strings to things“: dalle parole chiave alle entità.

Abbiamo quindi visto fiorire, nel corso degli anni, intorno ai risultati di ricerca, tutta una serie di oggetti organizzati intorno ad un tema o entità, collegata ad altri temi affini, in modo da rendere quanto più completa e gradevole l’informazione ed una diretta esperienza dell’utente, verso tutte le pagine web utili.

knoledge graph seo

Knowledge Graph

Volendo semplificare, il Knowledge Graph sono tutte quelle informazioni o oggetti impliciti nella ricerca, che completano il senso e il significato della ricerca stessa.

Esso viene trasferito tramite “oggetti” che strutturano, fanno parte di quel contenuto.
Quali sono gli oggetti che strutturano il contenuto?
Semplice: le risposte alle domande più frequenti intorno ad esso.

Ecco quindi, per fare un esempio fra i tanti, che le recensioni o opinioni completano il contenuto della domanda di una struttura alberghiera; le breadcrumps, la nostra necessità di capire all’interno di quale categoria abbiamo annidato logicamente il nostro contenuto; una mappa se sto cercando  un luogo, etc..
Proprio per questo fornire informazioni utili al motore di ricerca diventa di primaria importanza.

Come fornire a Google i dati strutturati?

  1. Il primo segnale on-page per è l’uso dei dati strutturati, meglio conosciuti come markup di Schema.org nelle pagine web.
    Essi sono trasferiti attraverso codici in pagina o, ancora meglio, un livello dati (conosciuto come Data layer) in linguaggio JSON-LD
    (Tutti gli altri schemi di markup da usare possono essere consultati qui: https://developers.google.com/structured-data/).
  2. Poi, come seconda cosa, bisogna tener conto che alcune informazioni vengono reperite dai profili Social Google, come per esempio, per le attività locali, Google My Business.
    Questo social offre la possibilità di comunicare gli orari di apertura, la scheda di prenotazione o, nel caso di un Ristorante, il menu e i servizi di accesso, ecc…
  3. Il terzo elemento da tener presente è utilizzare codice HTML5, quanto più è possibile “semantizzato“, per esempio valorizzando i “role”, di ogni singola sezione di navigazione.
html semantico

Ottimizzare per Featured snippet html semantico

Adottare questi tre elementi principali che alimentano il Knowledge Graph è un requisito imprescindibile per iniziare ad essere presi in considerazione quale un’entità agli occhi di Google e quindi di essere inseriti nei Featured Snippet.

Ovviamente è necessario non tralasciare tutti gli altri elementi di ottimizzazione SEO on-page (contenuti di qualità e valorizzazione di tutte le risorse) e off-page (link-building).

Quanti Tipi di Featured Snippet esistono?

Nella SERP sono state introdotte numerose innovazioni che possiamo elencare come:

  • AdWords Bottom/Top
  • Featured Snippet
  • Image Pack
  • In-Depth Article
  • Knowledge Card
  • Knowledge Panel
  • Local Pack
  • Local Teaser Pack
  • News Box
  • Related Questions
  • Reviews
  • Shopping Results
  • Site Links
  • Tweet
  • Video

I Featured Snippet, in particolare possono essere catalogati in:

  • Snippet di paragrafo
    Lo Snippet di paragrafo risponde principalmente alla domanda “Cosa?” ed è legato alla definizione del termine ricercato.
    Per esempio “Cos’è un ombrello?”.
  • Snippet di elenco
    La tabella, denominata anche bullet list, risponde principalmente alla domanda “Come?“, per spiegare al pubblico un elenco di azioni o elementi. Per esempio “Come dimagrire”.
  • Snippet in tabella
    Sono dei dati di confronto (vs, contro) dei dati o un raffronto di prezzi.
    Esempio “Quanto costano le sigarette”. Molto interessante quindi per promuovere i propri prodotti.

Quali sono gli step per guadagnare uno Snippet in primo piano?

  1. Conosci quali domande pone il tuo target
    Prima di preparare i tuoi contenuti, il primo passo dovrebbe essere quello di identificare la potenziale domanda a cui si desidera rispondere.
    SemRush ha identificato dall’analisi di 100.000 Keywords che la lunghezza media della frase chiave con un Snippet in primo piano è 6.
    Le parole chiave più lunghe tendono ad avere una probabilità più elevata di trasformarsi in Snippet in primo piano.
    E’ quindi importante non focalizzare il contenuto solo su una keyword come per esempio “SEO”, ma porsi le domande con cui il nostro target potrebbe interrogare il motore di ricerca: “Cos’è la SEO?”, “Quali sono i trucchi di un SEO”, “come guadagnare con la SEO”.
    Per fare questo ti consigliamo di affiancare motori semantici come Answer the Public o tool di scrittura che ti aiutino a trovare i termini correlati.
  2. Sfrutta bene gli Headings e i paragrafi per esplicitare Domande e Risposte efficaci
    Dopo aver selezionato una buona parola chiave di destinazione, il passo successivo è quello di rendere esplicite le risposte nei tuoi contenuti, fornendo una spiegazione semplice e diretta.
    La lunghezza più comune del contenuto nei Snippets in primo piano è circa di 40-50 parole.
    È importante mantenere la lunghezza del contenuto abbastanza breve per adattarla al box di risposta.
  3. Usa elenchi puntati e tabelle
    Se il tuo contenuto è troppo lungo per farlo rientrare nel paragrafo puoi tagliare il testo con un riepilogo, un elenco o una tabella. Una pagina di destinazione ben strutturata e una sezione di risposta diretta consentiranno a Google di mostrare la tua risposta nel SERP come Snippet in primo piano. (Sono estremamente graditi contenuti con elenchi oltre gli otto punti)
  4. Usa i contenuti come una piramide rovesciata
    Sebbene non esista una formula segreta avere una grande strategia di contenuto e seguire i fondamenti della SEO può aiutarci molto per ottenere uno snippet in primo piano.
    Anche sul web vale la regola della piramide rovesciata e i tutti principi che si ritrovano nelle guide per scrivere dei buoni articoli, andando dal generale al particolare.
  5. Analizza i tuoi competitor
    Analizzare i competitor ti aiuterà a imparare ed allinearti alle loro soluzioni e comprendere lo sforzo necessario e il tipo di struttura del sito con cui vai a competere.
  6. Costruisci una link building interna coerente
    Collega la tua pagina con contenuti che siano coerenti con la struttura logica dei contenuti, non focalizzarti su una singola pagina, ma su un’architettura di contenuti coerenti e che rispondano alle domande più rilevanti.
  7. Migliora la Domain Authority
    Acquisisci link e mentions di qualità, da pagine che abbiamo un migliore Domain Authority.
  8. Aggiorna, Sperimenta e Affina
    Imparare dagli altri è essenziale, ma un aggiornamento costante dei contenuti ti aiuta ad affinare i tuoi risultati e scalare posizioni in SERP. Ti consigliamo di iniziare con posizioni che siano a cavallo fra la prima e la seconda pagina.

Come individuare Keywords o argomenti che generano Featured Snippet?

SEMRush ha implementato internamente una sezione dedicata a questo studio, la sezione Position tracking.
Importando la lista delle Keywords è possibile quindi scoprire: il volume di ricerca, la propria posizione, se la ricerca restituisce un Featured snippet e la URL che attualmente occupa quella posizione.
Si tratta di un contesto in movimento, in quanto Google e Bing aggiornano continuamente i risultati in featured Snippet e quindi tieniti pronto per le sorprese.

Riassumiamo

Pertanto, in questo caso, è importante posizionarsi nella prima o nella seconda pagina della risultati organici.

È necessario includere contenuti consistenti nei metadati e nei tag del titolo, ed applicare, laddove possibile, il markup dello schema.org in modo che il tuo sito si distingua nell’elenco dei risultati in SERP, spostando l’attenzione dalla ricerca al Knowledge Graph.

Vuoi essere supportato per raggiungere i risultati in Posizione Zero? Contattaci